Perché la Romania?

In Romania, ci sono circa 2,5 milioni di cani senza casa e stanno diventando sempre più numerosi. Nell'autunno di 2013, è stata introdotta una legge, che chiamiamo "La legge della morte", il che significa che i comuni oggi catturano i cani e li gettano nella recinzione della morte - una recinzione municipale dove li lasciano morire di fame per un numero di settimane e poi li uccidono in un modo terribilmente doloroso . Tutto per amore. Il denaro viene ricevuto dall'UE sotto forma di sovvenzioni che dovrebbero davvero andare al cibo, alle cure di castrazione e ad altre cose, ma invece vanno direttamente nelle tasche delle autorità e del sindaco. Recinzioni di morte si trovano in ogni comune e di solito diverse recinzioni nello stesso comune. L'unico modo per ridurre il numero di cani è castrare sul posto ed è qui che entra in gioco DogRescue.

La Romania è una repubblica dell'Europa orientale. Il paese confina a nord con l'Ucraina, a est con Moldavia e Mar Nero, a sud con la Bulgaria, lungo il fiume Danubio e a ovest con Ungheria e Serbia. La Romania, con i suoi oltre 22 milioni di abitanti, è il paese più popoloso dei Balcani. All'uscita del Mar Nero, il Danubio forma un delta che è un santuario della fauna selvatica per molti uccelli nativi e uccelli migratori.

A 238,400 chilometri quadrati (92.000 sq mi), la Romania è il nono paese più grande dell'Unione Europea per area e ha la settima popolazione più grande dell'Unione Europea con ca. 22 milioni di persone. La capitale e la città più grande della Romania è Bucarest, la sesta città più grande dell'UE con circa due milioni di persone.

A causa della sua distanza dal mare aperto e della posizione nella parte sud-orientale del continente europeo, la Romania ha un clima che è un periodo di transizione tra temperato e continentale, con quattro stagioni distinte. La temperatura media annuale è 11 ° C a sud e 8 ° C a nord.

La primavera è bella con mattine fredde, notti e giornate calde. Le estati sono generalmente molto calde o calde, con l'estate (giugno-agosto) con una temperatura media massima a Bucarest a 28 ° C e temperature superiori a 35 ° C che sono abbastanza comuni nelle zone più basse del paese. Le temperature medie a Bucarest e in altre zone più basse sono di circa 16 ° C. L'autunno è secco e fresco, con campi e alberi che producono fogliame colorato. Gli inverni possono essere freddi, con una media media anche nelle zone più basse che raggiungono non più di 2 ° C e al di sotto di -15 ° C nelle montagne più alte.

La pioggia è, in media, superiore a 750 mm (30 pollici) all'anno solo sulle montagne occidentali più alte, gran parte della neve che cade, il che consente un'estesa industria dello sci. Nelle parti centrali meridionali del paese (intorno a Bucarest) il livello di precipitazione è di circa 600 mm (pollici 24), mentre nel Delta del Danubio i livelli di piovosità sono molto bassi e la media per questa parte è di circa 370 mm.

rumc3a4nflag-300x164

Romania-europa-map 300x220

STORIA

In quello che è oggi il territorio della Romania, molte persone hanno vissuto nel corso dei secoli. Tra gli anni 106 e 271, gran parte dell'area faceva parte dell'Impero romano, sotto il nome di Dacia. Successivamente, il paese divenne la patria di varie tribù migratorie.

Durante il Medioevo, si formarono due stati rumeni: Moldavia e Valakia, mentre la maggior parte della Transilvania era ungherese dal 900 secolo (e persino fino a 1919). Dal 1500 secolo, la maggior parte di ciò che oggi dipende dall'Impero ottomano è la Romania.

Il primo 1829 ottenne l'autonomia della Moldavia e Valakiet all'interno dell'Impero ottomano. Erano uniti in Romania, Romania 1862. Il paese ha guadagnato la sua indipendenza 1878.

Nonostante una pausa fallita nella prima guerra mondiale, il paese fu dalla parte dei vincitori dopo la guerra e ricevette un enorme rimpiazzo del frammentato regno ungherese sotto forma di un'estesa Transilvania.
La Romania è entrata nella Seconda Guerra Mondiale come uno stato neutrale, ma ha stretto un'alleanza 1940 con la Germania di Hitler dall'occupazione sovietica della Bessarabia e della Bukovina settentrionale. Ciò accadde dopo che il maresciallo di campo Ion Antonescu costrinse il re Carol II ad abdicare. Antonescu si nominò direttore d'orchestra, il dittatore della Romania, e si alleò con la Germania nazista. Le truppe del paese hanno combattuto con la Wehrmacht tedesca contro l'Unione Sovietica.
Dopo le perdite contro 1943 sovietico, l'opinione pubblica nel paese si rivolse contro Antonescu e nell'estate di 1944 fu deposto e imprigionato. Il nuovo regime dichiarò guerra alla Germania ma il paese fu conquistato dall'Unione Sovietica in autunno.

Dopo la seconda guerra mondiale, la Romania 1947 entrò a far parte del blocco orientale come stato a partito unico comunista. 1965 Nicolae Ceauşescu salì al potere e prese ufficialmente le distanze dalla sfera di potere sovietica con la propria politica estera. Ha iniziato una collaborazione con Renault per autovetture con il nome di Dacia e anche per la produzione di aeromobili passeggeri su licenza di BAC 1-11. 1967, la Romania è stato il primo stato nel blocco orientale, dopo l'Unione Sovietica, a riprendere le relazioni diplomatiche con la Germania occidentale (vedi Dottrina Hallstein).

La Romania non ha fatto eccezione alla disintegrazione del blocco orientale alla fine del 1980 secolo. La dittatura totalitaria cadde durante la rivoluzione rumena 1989. Dopo un rapido processo, Ceauşescu e sua moglie Elena Ceauşescu furono giustiziati il ​​giorno di Natale di quell'anno. Il leader del Fronte di liberazione nazionale, Ion Iliescu, divenne il primo presidente eletto democraticamente.

I problemi creati dal vecchio regime si sono rivelati difficili da risolvere. I prossimi anni furono turbati da numerose rivolte violente e una grave crisi economica. A seguito di un processo avviato con la domanda di accordo di associazione di novembre 1992 in vista dell'adesione a 2004, su 25 aprile 2005 è stato finalmente concesso a Romania e Bulgaria un trattato di adesione e membro dell'UE su 1 gennaio 2007. Ciò significava molto per il paese.

POPOLAZIONE

La popolazione è composta da 90% rumeni e 7% ungheresi. La lingua rumena, come molte altre lingue nell'Europa meridionale, proviene dal latino, sebbene la Romania sia stata isolata da altri gruppi di lingua rumena e quasi completamente circondata da lingue slave. La lingua ha anche ricevuto importanti elementi di prestiti greci e slavi.
Fino al 1800 secolo, la lingua fu scritta con l'alfabeto cirillico e poi il 1800 secolo per passare all'alfabeto latino. La Romania è stata spesso divisa tra due tradizioni culturali e differisce in modo significativo dai suoi paesi vicini per la sua lingua, la sua religione e le sue tradizioni popolari e culturali.

La scuola rumena è obbligatoria per 10 anni. I bambini hanno anche l'opportunità di entrare in una scuola materna volontaria in tenera età 3-6 anni. Dopo la scuola dell'obbligo, gli studenti possono fare volontariamente gli esami di ammissione al Gymnasium, che ha una serie di linee pratiche e teoriche. Ci sono oltre 40 istituti di istruzione superiore, tra cui cinque università e cinque college tecnici. Le lezioni sono gratuite ed è una calda iniziativa politica anche all'università. Le minoranze del paese hanno l'opportunità di ricevere la loro istruzione nella loro madrelingua. Da 1989, il sistema educativo è stato riformato. Ma le cose sono state lente e il livello di istruzione varia ampiamente nelle diverse parti del paese; l'istruzione ha uno standard migliore nelle città rispetto alle aree rurali in cui la qualità può essere molto bassa. La Romania partecipa pienamente al programma di istruzione dell'UE.

POLITICA

Il Parlamento rumeno ha due camere, il Senato e i Camera Deputies, la Camera dei deputati. I membri di entrambe le camere vengono eletti a suffragio universale ogni quattro anni.

* 137 seggi al Senato
* Sedili 334 nella Camera dei deputati

Queste posizioni sono selezionate in base ai collegi elettorali 41 che vedi nella prima immagine.

I membri di ciascuna camera vengono eletti ogni quattro anni. Anche il presidente del paese, il leader del ramo esecutivo, viene eletto democraticamente ogni cinque anni. Il presidente elegge un primo ministro, che guida il governo. I membri del governo sono a loro volta eletti dal Primo Ministro. Il governo è soggetto all'approvazione del Parlamento.

L'economia della Romania è crollata dopo la caduta del regime comunista, molti lavori pubblici sono stati chiusi e sono diventate società per azioni, rendendo disoccupati molti rumeni. Il PIL ha diminuito 1990 di -10%, -15% 1991 e -7,5% 1992. Sotto 1992, il PIL in termini nominali era di $ 19,5 miliardi, il che significa che il livello del paese in via di sviluppo. Alla fine di 1996, fu eletto il Partito Democratico in Romania e il governo promise di accelerare le riforme economiche. Il governo ha cercato di riformare 1997 in tutta l'economia, che sembrava avere successo fino a quando il debito non è stato rimborsato al FMI. La scala divenne così stressante per l'economia e quindi crollò 1997. Ad agosto 1999 ha lanciato un nuovo prestito di massa multimiliardario. Tuttavia, la riforma fallì e 1999 divenne una caduta per l'economia con un rimbalzo a causa del debito con il FMI e l'economia crollò di nuovo. il Partito Democratico non è riuscito a migliorare l'economia.

Tra 1992-2000, il PIL è cresciuto solo da $ 19,5 a $ 28 miliardi. Lo stipendio mensile medio in Romania nell'anno 2000 è stato di 100 dollari (equivalente a SEK 691). E durante 2001 il tenore di vita è ulteriormente diminuito. I salari sono stati ridotti del 40% e la corruzione è aumentata. Il nuovo accordo di stand-by dell'FMI, firmato 2001, ha portato a guadagni macroeconomici e ha aperto il paese agli investimenti esteri, aumentando il PIL del paese. L'FMI ​​ha offerto un nuovo accordo per 2004 su un nuovo prestito. Tuttavia, le autorità rumene hanno rifiutato e speravano invece nei mercati di esportazione dell'UE. La Romania ha aderito all'Unione europea 1 gennaio 2007. Alcuni sostengono che 2007 sia stato "l'anno d'oro della Romania" dopo il comunismo quando l'intero paese ha avuto un boom economico. Durante il terzo trimestre di 2011, il reddito medio mensile totale è stato di 558 euro per famiglia (circa SEK 5000). Tuttavia, la differenza tra aree urbane e rurali è maggiore. Il reddito è 36% più alto nelle città che nelle aree rurali (2009).

Si stima che circa il 10 percento della popolazione viva al di sotto della soglia di povertà (ovvero basso reddito) (2010) questo rispetto a 42% tra 1990 e 1999. Di questi, 90% vive in aree rurali. Tuttavia, 50% della popolazione vive in "povertà materiale", ad es. una misura che non misura il reddito ma quali risorse e beni hanno, è il tasso di povertà più elevato nell'UE insieme alla Bulgaria.

L'accesso agli alloggi era precedentemente scarso, ma è migliorato. È molto costoso affittare e comprare alloggi, soprattutto a Bucarest. In relazione alla conversione degli appartamenti in affitto in condomini, i prezzi sono aumentati.

La qualità degli alloggi varia e molte famiglie sono affollate. Molte case, specialmente nelle zone rurali, hanno problemi di approvvigionamento idrico, elettricità e riscaldamento. Le interruzioni di corrente sono comuni anche a volte nella capitale.

Il commercio del paese dipendeva totalmente dal mercato dell'UE che è crollato durante la crisi finanziaria. L'economia rumena divenne quindi uno dei più colpiti. Il potere d'acquisto pro capite era dell'46 percento della media UE. I salari sono diminuiti del 10% durante il 2009 di dicembre. La povertà materiale è aumentata a 50%.

La Romania ha importanti risorse naturali: petrolio, gas naturale, carbone, ferro, rame e bauxite. Le industrie più importanti sono l'industria metalmeccanica, l'industria metalmeccanica e l'industria petrolchimica.

ALTRE

La persona che potremmo conoscere di più dalla Romania è la storia del Conte Dracula. Ciò che non tutti sanno è che in realtà è scritto su una persona reale, il conte Vlad Dracul, che viveva nel Montagne della Transilvania sugli 1400. Vlad era un feroce principe, e il suo nome deriva dall'abitudine di far girare i suoi nemici su pile e poi di vederli morire in gravi piaghe. Era un manipolatore politico che ha combattuto contro un potente re a Budapest, ha combattuto contro i turchi ottomani e ha affrontato brutalmente rivali invidiosi, timidi mercanti e contadini spaventati. In una vittoria, tuttavia, commise l'errore di vestire i panni dei nemici caduti e fu ucciso da solo.

Sulla natura selvaggia della Romania
http://www.youtube.com/watch?v=jLcM0glrLTQ

A proposito della Romania
http://www.youtube.com/watch?v=RhhuWLym_hw

fonti:
wikipedia
Unione Europea

box-storia-era-dracula-a-real-persona-mail 300x168

transylvania_map-300x169

Facebook