Lo sfondo di cani

I cani che vivono nel nostro rifugio sono di solito o l'80% dei cani che una volta erano di proprietà, scaricati e improvvisamente riusciti a farcela da soli, sono stati buttati fuori dalle loro case in aree più grandi dove sono stati feriti e, nella migliore delle ipotesi, inseguito. Hanno cercato di procurarsi il cibo e sopravvivere, ma non sempre ci sono riusciti .. Alcune volte all'anno facciamo anche grandi sforzi per recuperare 20-30 cani già condannati in un rifugio pubblico dove sono nella lista della morte e non hanno alcuna possibilità ... Cani che possono essere socievoli, tristi e privi della loro famiglia se la famiglia l'ha gettata o cani dalla strada dove i catturatori di cani sono crudeli con loro, questi naturalmente impiegano un po 'più tempo a socializzare in quanto hanno difficoltà a diventare un po' umani e hanno a lungo modo di fare un'escursione prima che siano pronti.

Durante il periodo in cui i cani DogRescue Sweden vivono nella recinzione, vengono curati dai custodi e dai veterinari del cane poiché la recinzione ha anche una piccola clinica più piccola situata nel centro di Bucarest.

L'ultima ispezione veterinaria ha luogo il giorno prima del volo per la Svezia, quando il cane viene anche smascherato contro il verme nano e altri vermi. Malattie mediterranee come la leishmania e la filaria sono molto rare nell'area intorno alle siepi poiché il clima qui è temperato con inverni freddi, che svantaggiano gli insetti che diffondono le malattie. Per essere al sicuro, DogRescue ha comunque scelto di sottoporre a test tutti questi cani per queste malattie prima di partire per la Svezia.

Il tuo cane è stato selezionato e valutato da veterinari, personale di recinzione e molto spesso insieme a un rappresentante di dogRescue. DogRescue visita regolarmente le galline e può monitorare costantemente lo sviluppo mentale dei singoli cani e lo stato di salute fisica. Lavorando a stretto contatto con i nostri colleghi rumeni, riceviamo anche rapporti supplementari e aggiornamenti sui nostri cani non appena si verificano cambiamenti.

Facebook